Racchette padel: come scegliere la racchetta da padel perfetta

racchette padel

Per te è arrivato il momento di scegliere una nuova racchetta da padel! Forse è la prima volta che ne compri una perché ti sei avvicinato a questo sport solo dopo che i tuoi amici te ne hanno tanto parlato e dopo aver provato hai deciso che poteva essere una buona idea giocare qualche set. Ma ti serve la racchetta da padel se vuoi giocare a padel così come ti serve una racchetta da tennis se vuoi giocare a tennis. Semplice!

Insomma bando alle ciance, hai deciso di andare in un negozio specializzato e hai notato che ci sono decine e decine di prodotti tra cui scegliere e tu che pensavi fosse un compito semplice semplice, hai capito che non è esattamente così. Questa piccola disavventura ti ha portato fino a qua per conoscere le racchette da padel, per saperne di più e fare una scelta che sia quella migliore.

Sei proprio nel posto giusto perché ti darò molti elementi per scegliere, un gran numero di consigli per trovare le racchette padel giuste per te.

Padel racchetta: i componenti 

racchette padel 1

Senza perderci in troppe storie iniziamo cercando di capire da quali parti si compongono le racchette da paddel. Solo esaminando questo, potrai comprendere come orientare il tuo acquisto.

Grip

Quando si parla di grip ci si riferisce all’impugnatura, quindi dove si deve afferrare la paddel racchetta. Si tratta dell’unica zona dell’accessorio che è in contatto con il tuo corpo, quindi ci sembra anche giusto che gli si dedichino le dovute attenzioni, se non vuoi che la tua mano si facci male giocando.

Il manico della tua racchetta è rivestito con un materiale chiamato overgrip e questo dovrebbe essere cambiato con una certa regolarità se vuoi avere sempre la massima resa e non richiare che la paddel racchetta ti scivoli durante i colpi di un match.

Ma detto questo, devi prestare attenzione alla grandezza del manico che ti ricordiamo che si può regolare aggiungendo o togliendo l’overgrip a cui abbiamo poco fa accennato.

Sembra semplice ma una complicazione c’è, perché la modifica dell’impugnatura influisce anche sul bilanciamento della racchetta sul quanto essa sia maneggevole o meno. Se aggiungerai il grip allora il peso in questa zona sarà maggiore, se ne toglierai, la zona che risulterà essere più pesante sarà la testa.

Quindi occorre fare le dovute valutazioni prima di intervenire, in fondo si tratta di un modo per equilibrare le racchette da paddel a nostro piacimento.

Piatto o faccia e profilo

Sono le 2 facce di ognuna delle paddel racchette che potrai trovare in commercio. Sono simmetriche e a seconda della forma cambia anche la composizione e il comportamento che la racchetta assume mentre di eseguono i colpi.

Ogni piatto può avere una superficie liscia o rugosa, ciò che ovviamente cambia è la possibilità di dare un effetto, piuttosto che un altro alla palla nel momento in cui viene colpita. Dei materiali della racchetta parleremo più avanti ma in linea generale possiamo affermare che il piatto può essere o in fibra di vetro oppure di carbonio. Anche il materiale utilizzato andrà ad influire sul peso della paddel racchetta.

La dimensione massima consentita dal regolamento per il profilo è di 38 millimetri, indovina un po?! Anche lo spessore diverso influisce sull’effetto che si darà alla palla, quindi:

  • Profilo maggiore: più velocità;
  • Profilo minore: meno velocità.

Peso

Sul peso della paddel racchetta influisce innanzitutto la quantità di materiale che viene iniettato al suo interno quando viene fabbricata. Non vi è una scelta giusta universale, perchè sul peso della racchetta che si scegli influiscono molto la tipologia di giocatore e anche le sue caratteristiche.

Gli esperti del settore affermerebbero che un peso minore della racchetta riuscirebbe a non far infortunare il giocatore, invece alcuni studi hanno provato che una racchetta tropo leggera può far aggravare un epicodilite, disturbo che peggiora soprattutto in inverno quando le piante per via dell’umidità risultano essere più pesanti.

Ciò che è veramente importante è non confondere il peso con il bilanciamento, che non sono connessi in alcun modo, in quanto può esserci una racchetta molto leggera poco equilibrata e una molto pesante ma ben equilibrata e questo vuol dire che pur essendo più pesante è più maneggevole e viceversa.

Da giocatore a giocatore

racchette-da-padel-3

Per quel che riguarda il peso ci troviamo costretti a fare un po’ di chiarezza, perché probabilmente abbiamo creato non poca confusione nella testa di tutti coloro che ci stanno leggendo e che non sono proprio esperti di paddel. Chiariamo dunque che la scelta delle racchette da paddel dipendono molto dal giocatore l’unico a sapere cosa si adatta meglio a se stesso in base sia alle caratteristiche fisiche che al suo stile di gioco.

In genere se si è di costituzione grande e si gioca ad alti livelli, la racchetta risulta essere più pesante, mentre se sei alle prime armi dovresti scegliere una delle racchette paddel più leggere.

Poi ci mette lo zampino il sesso. Una donna dovrebbe scegliere una racchetta che abbia un peso che va dai 355 ai 370 grammi, mentre per un uomo il perso va dai 370 ai 385. Ovvio che poi occorre sempre valutare peso e costituzione fisica.

Ma ciò che forse può essere utile sapere è che una racchetta che risulta essere troppo leggera avrà una durata nel tempo piuttosto limitata, riuscirà a dare meno velocità alla palla ed inoltre il peso della sfera ricade maggiormente sul tuo braccio andando anche ad interessare tendini ed articolazioni.

Non che una racchetta pesante sia da meno, visto che rischi lesioni a spalla, gomito e polso, soprattutto se non sei allenato, la maneggerai meno velocemente ma la palla prenderà molta potenza nell’impatto.

La forma

Le racchette paddel possono poi essere suddivise secondo la loro forma. Che in realtà non è sempre stata la stessa, ma si è evoluta nel tempo, arrivando ad oggi a farci avere 3 tipologie di racchette da paddel:

      • Rotonda: le racchette di questo tipo permettono di avere un maggior controllo su quello che sarà il punto di impatto della palla sulla racchetta paddel che dovrebbe essere vicino al manico. Questa forma però riduce la leva disponibile e quindi i colpi saranno meno veloci. La racchetta a forma rotonda si raccomanda ai principianti perché estremamente semplice da maneggiare, si muove con estrema facilità e in questa maniera si impara a realizzare i colpi. Ad onor del vero, ci sono anche professionisti che utilizzano la racchetta tonda;
      • Diamante: si tratta di racchette che si presentano con la parte superiore un po’ schiacciata. Le racchette da paddel a forma di diamante offrono un buon equilibrio perchè il peso si distribuisce meglio nella zona della testa. In genere si tende a consigliare la racchetta a forma di diamante a tutti coloro che sono già passati a un livello medio alto e che vogliono dei colpi particolarmente potenti;

    • Lacrima: è la via di mezzo tra la racchetta rotonda e quella a diamante. Quindi anche le sue qualità si pongono nel mezzo, ma sicuramente queste racchette si distinguono perché hanno un buon equilibrio tra potenza e controllo.

Bilanciamento

Chiusa la parentesi sulla forma delle racchette da paddel possiamo adesso dedicarci ad un aspetto non poco importante e cioè il bilanciamento, quindi il punto in cui è possibile trovare il baricentro della racchetta e sapere che su di esso resta in equilibrio.

Il bilanciamento delle paddel racchette si misura con la distanza tra il fondo del manico e il suo punto di equilibrio, si potrà quindi dire della paletta che: è alla pari nel caso in cui il punto di equilibrio si trova precisamente a metà della racchetta che non solo sarà semplice da controllare ma darà ai colpi una buona potenza.

Ci sono poi racchette che hanno un bilanciamento basso, verso il manico e questo gli permetterà di avere un buon controllo di palla; infine se il punto di equilibrio è alto la racchetta è bilanciata verso la testa e quindi ciò che il giocatore potrà sfruttare sarà una maggiore potenza.

I materiali delle padel racchette

Eccolo qua l’ultimo degli elementi da valutare quando ci si accinge a scegliere tra le racchette da paddel, i materiali che conferiscono all’attrezzo durezza e resistenza. Quando ci si sofferma a parlare dei materiali ci si riferisce alla combinazione di nucleo e i diversi materiali che vi vengono posti sopra.

Dopo aver attraversato anni di cambiamento, oggi sono 2 le tipologie di materiale utilizzato: la fibra di vetro e quella di carbonio.

La fibra di vetro è un materiale che rende la racchetta molto più flessibile e proprio per questo motivo può tendere a cambiare più facilmente la forma nell’impatto con la palla, non che questo sia un male, anzi… Un po’ più complicato si fa il discorso sulla fibra di carbonio a cui ci sentiamo di dedicare un capito a sé stante.

Fibra di carbonio

padel racchette 2

Se nelle racchette paddel in fibra di vetro il nucleo è in fibra di carbonio, questa volta il centro è di gomma. La gomma rende la racchetta più maneggevole e in grado di dare maggiore potenza alla palla. Sempre la gomma si può dividere di diversi materiali che sono il FOAM e la gomma EVA, ciò che li distingue è innanzitutto il loro aspetto, ma non solo.

Il FOAM anche conosciuto come poliuretano espando è un materiale estremamente morbido perché al suo interno contiene dell’aria che fa diventare il composto molto flessibile. Questo materiale permette alla racchetta di avere un buon feeling con sul corpo: se la velocità di uscita della palla è bassa, alto sarà il tempo di contatto, aiutando il giocatore a controllare la palla nella maniera migliore.

Se invece la palla viene colpita forte, non esce perché la racchetta non si flette. In altre parole, la racchetta in FOAM permette di utilizzare una forza minore per colpire la palla che però risulterà essere molto veloce. Purtroppo queste racchette hanno un difetto non indifferente, perché hanno una durata nel tempo minore per via della complessità delle rifiniture.

Ci sono due tipi di gomma EVA: in gomma morbida e gomma dura. Se per le racchette vengono utilizzate le gomme EVA morbide esse faranno in modo che il corpo si senta maggiormente perchè la palla resta a contatto con la racchetta per un periodo molto più lungo. Comunque la palla esce veloce, cosa che invece non succede se si colpisce con una forza maggiore, perché farà in modo che la palla prenda delle traiettorie e degli effetti inaspettati.

Le racchette in gomma EVA dura invece sono veramente ottime perchè permettono di controllare bene le palle che arrivano ad alta velocità, ma anche quelle particolarmente potenti. In questi casi si noterà che la palla resta per un tempo ridotto a contatto con la racchetta, provocando un rimbalzo di gran lunga maggiore, così come la potenza del colpo.

Le racchette in gomma EVA si adattano benissimo ai giocatori principianti che in genere preferiscono la gomma soft che permetta un controllo maggiore. Questa tipologia di gomma offre sicuramente una durata maggiore considerando anche la sua buona capacità antivibrante che le permette di non danneggiare le rifiniture che in altre tipologie di racchette si usurano molto facilmente.

Racchette padel morbide VS racchette da padel dure

padel-racchetta-4

Quindi abbiamo capito come si fa a scegliere tra le diverse racchette padel in commercio. Abbiamo anche visto che la scelta dipende molto da come il giocatore gareggia e dalla sua stazza fisica. A livello generale possiamo dire che le racchette da padel più morbide vengono scelte da chi gioca molto vicino alla rete, per via della loro capacità di generare potenze.

Inoltre sono in grado di creare un feeling maggiore con il corpo del giocatore e sono perfette per coloro che soffrono di problemi al braccio e alle articolazioni. Le racchette padel più dure vendono invece preferite da chi vuole avere un maggior controllo sulla palla, generalmente sono in grado di generare potenza in proporzione alla forza che si impiega nel maneggiarla.

Vengono consigliate a tutti quei giocatori che sono definiti difensivi perché permettono dei colpi di precisione anche se si compisce da fondo campo. Ovvio che poi come già detto ogni giocatore impara poi a comprendere ciò che si adegua meglio al suo gioco.

Summary
Racchette padel: come scegliere la racchetta da padel perfetta
Article Name
Racchette padel: come scegliere la racchetta da padel perfetta
Description
Tutto quello che c'è da sapere sulle racchette da padel: dall'overgrip alla forma, ai materiali ed ai tipi di prestazione. Scopri tutto il mondo delle racchette da padel.
Author
Publisher Name
Padel Touch
Publisher Logo

Comments

comments

2 thoughts on “Racchette padel: come scegliere la racchetta da padel perfetta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.